venerdì 18 febbraio 2011

Flamenco y Otro

Nato e cresciuto in terra Salentina, Checco Leo si avvicina al mondo della musica flamenca solo una volta giunto in Spagna. Facile comprenderne la ragione giacché si parla di melodie carismatiche che difficilmente lasciano indifferenti i propri spettatori, soprattutto quelli che, come il nostro artista, sono particolamente sensibili a tali forme d'arte.
Checco Leo inizialmente si forma come chitarrista classico poi come sassofonista jazz ed infine si relaziona con il mondo della chitarra flamenca specializzandosi successivamente nell'accompagnamento al "baile".
Con l'intento di promuovere il Flamenco in Puglia intraprende un progetto il cui nome è "Tra Flamenco e Salento" che ha proprio la finalità di mettere in contatto la musica popolare di queste due terre lontane solo geograficamente.
Si, perchè a pensarci bene, queste due culture sembrano possedere diverse analogie.
Anzitutto entrambe trovano la loro origine nelle classi meno agiate della società che si sono sempre avvalse della trasmissione orale come unico mezzo di passaggio da una generazione all'altra.
Ambedue, sono nate come rappresentazione individuale di uno stato d'animo carico di sofferenza divenendo il canto libero della gente semplice, il mezzo attraverso il quale poter esprimere le proprie amarezze nel tentativo di alleviarle.
Inoltre, per le due esistono poche regole scritte, (soprattutto per ciò che concerne la coreografia dei movimenti) difatti ciò che le rende particolarmente affascinanti è la loro estemporaneità, per tale ragione gioca un ruolo decisivo la forte carica interpertativa degli artisti.
Così, attraversando queste terre, ci si può trovare ad assistere ad uno spettacolo toccante, totalmente improvvisato eppure così perfetto. Forse perchè il patrimonio spirituale ha fatto dei gitani andalusi i detentori dello spirito flamenco. Accade dunque facilmente che un vicolo divenga scenografia, un indigeno protagonista, un passeggero spettatore. L'atmosfera si carica di energia che, generata dai ritmi passionali di questa forma di espressione, passa attraverso i suoi interpreti e raggiunge il suo pubblico sorprendendolo!

Vi aspettiamo domani sera nell'enoteca-ristorante di Liberrima per la CenaConcerto con Checco Leo e Paolo Colazzo, un'imperdibile occasione per vivere e rivivere queste armonie di suoni e sapori.


Info e prenotazioni tel. 0832.245524

http://www.liberrima.it/
http://www.allombradelbarocco.it/
Evento Facebook

Serena
Staff Liberrima

Nessun commento:

Posta un commento