mercoledì 8 settembre 2010

Eugenio Scalfari e Paolo Mieli a Lecce. L'incontro si terrà il 10 settembre nel Castello Carlo V


Venerdì 10 settembre 2010 Lecce accoglie il grande giornalista Eugenio Scalfari che presenterà il suo ultimo saggio “Per l’alto mare aperto. La modernità e il pensiero danzante” in un incontro organizzato da Liberrima, dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università del Salento e Leccelegge.
A colloquiare con il padre di Repubblica ci sarà il giornalista e presidente di Rcs Libri Paolo Mieli. L’incontro si terrà nella sala D’Enghien del Castello Carlo V alle ore 18:30. I due grandi giornalisti dialogheranno sul tema “Il pensiero, la società, la politica e il linguaggio. La modernità e la barbarie ieri e oggi” e sarà introdotta l’ultima fatica saggistica di Scalfari.
L’ultimo lavoro di Scalfari è stato pubblicato dalla Giulio Einaudi Editore ed è inserito nella collana Supercoralli di Einaudi. Il saggio rievoca fin dal titolo un verso dantesco e una figura molto cara al giornalista, quella di Odisseo.
“Per l’alto mare aperto” è un viaggio nella modernità che inizia con le riflessioni di Montaigne e si conclude con quelle di Nietzsche, attraversando il pensiero di Diderot e Cervantes.

Nella sua opera Scalfari delinea il concetto di modernità che viene intesa non solo come modernità tecnologica, ma anche come stile di vita e di scrittura, e come nuovo linguaggio che esprime e determina il pensiero. La modernità è, infatti, un modo di pensare che dà luogo all’autonomia della coscienza dando all’uomo consapevolezza di sé stesso. Nel pensiero di Scalfari la modernità è relativismo, abolizione dell’assoluto e della metafisica.
Liberrima vi rinnova l’invito per il 10 settembre alle ore 18:30 per una lezione di storia, filosofia, letteratura e per riflettere su come i quattrocento anni di modernità abbiano influito sull’uomo contemporaneo. Scalfari ritorna in terra leccese dopo alcuni anni dal conferimento della laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione ricevuta dall'Università del Salento nel 2005.

Non perdete l’appuntamento con i due grandi esperti di giornalismo.

Libreria Liberrima

Nessun commento:

Posta un commento