venerdì 9 luglio 2010

Liberrima porta Jonathan Coe nel Salento


Liberrima regalerà ai suoi amici un evento unico per il sud Italia: la presenza del noto e bravo scrittore britannico Jonathan Coe.
Il narratore inglese sarà a Lecce Giovedì 15 luglio ospite della libreria Liberrima.
Lo scrittore di fama mondiale presenterà il suo ultimo libro “I terribili segreti di Maxwell Sim” ed incontrerà i lettori pugliesi in Liberrima nel Cortile. Pubblicato nel 2010 presso Feltrinelli, l’ultimo romanzo di Jonathan Coe è un romanzo sulla crisi economica, l’ecologia, i rapporti umani, le delusioni, la solitudine, le incomprensioni, il caso e le sue conseguenze, la timidezza e la paura di essere chi si è veramente.
Jonathan Coe è considerato uno dei più importanti talenti narrativi inglesi, la scrittura di Coe si distingue per l’originalità degli argomenti trattati e per l’acuto spirito contro le contraddizioni della società inglese.
Oltre all’attività della scrittura Coe è stato insegnante di Poesia Inglese all’università di Warwick, si è occupato di musica scrivendo musica jazz e cabaret, ha fatto il correttore di bozze, e poi è diventato scrittore e giornalista free lance.
Ora il suo nome è conosciuto in tutto il mondo e tutti riconoscono il talento della sua scrittura. Caratteristici di Jonathan Coe sono una satira politica e di costume gestita con un humor sottile tipicamente british, ma anche una trama avvincente, e mai scontata, che conquista il lettore fino all'ultima pagina. Coe è abile a tenere sul fiato sospeso il lettore svelando gli intrecci creati con colpi di scena in
aspettati.

Le opere di Jonathan Coe contengono spesso una preoccupazione per le questioni sociali espresse sotto forma di satira con un umorismo sottile. Nei suoi romanzi Coe descrive dettagliatamente il contesto storico e politico in cui si svolge la storia riuscendo ad accompagnare i personaggi in un'Inghilterra quasi reale.
Nelle sue opere Coe parla dell'Inghilterra degli ultimi trent'anni dando al lettore un’immagine particolare del paese britannico. In "La Banda dei Brocchi" viene fotografata l'Inghilterra negli anni settanta, con il problema sindacale e del razzismo. Ne "La Famiglia Winshaw" è rappresentata l'Inghilterra degli anni ottanta, il paese viene mostrato sotto forma di allegoria come una famiglia fortemente artigliata al potere ed economicamente violenta. Coe arriva al nuovo millennio in "Circolo Chiuso" dove riprende la vicenda de "La Banda dei Brocchi", senza però sapere ciò che hanno fatto i protagonisti nei dieci anni antecedenti. Quest'ultimo libro inquadra un'Inghilterra diversa ma alle prese con i soliti problemi: il consumismo, il razzismo ancora fortemente presente.
Tra gli altri romanzi di Jonathan Coe ricordiamo Donna per caso, il romanzo d'esordio di Coe, “La casa del sonno”, “L'amore non guasta”, “Questa notte mi ha aperto gli occhi”, “La pioggia prima che cada”.
Le edizioni italiane delle opere di Coe sono state pubblicate con un ordine che non rispetta la cronologia inglese, e che tuttavia ha giovato parecchio al successo dello scrittore inglese in Italia, questo percorso cronologico ha fatto appassionare il lettore italiano che si è incuriosito.
Nelle prossime giornate Liberrima vi accompagnerà nella scrittura di Jonathan Coe e nei suoi romanzi.

2 commenti:

  1. JONATHAN COE OSPITE AD ALBA IL 10 OTTOBRE PROSSIMO ALLE ORE 21 CHIESA DI SAN DOMENICO NELL'AMBITO DELLA RASSEGNA COLLISIONI!

    RispondiElimina
  2. Grazie amici per la segnalazione!
    In bocca al lupo per la rassegna.
    Lo staff di Liberrima,
    http://www.liberrima.it
    http://www.ilcestoletterario.it

    RispondiElimina