venerdì 16 luglio 2010

Grande serata con Jonathan Coe


Un grande pubblico ha accolto lo scrittore inglese Jonathan Coe ospite di Liberrima.
Il Sagrato della Chiesa di Santa Irene si è trasformato in un luogo di conversazione sulla scrittura e per la prima volta la libreria Liberrima ha ospitato uno scrittore internazionale.
La Direttrice di Liberrima , Augusta Epifani, ha condotto la serata dando il benvenuto a Coe nella città di Lecce e poi ha illustrato al numeroso pubblico presente il nuovo romanzo di Coe “I terribili segreti di Maxwell Sim”.
Coe ha parlato del personaggio protagonista del suo libro, della solitudine che ad un certo punto della sua vita l’ha avvolto. Si è parlato delle nuove possibilità di “amicizia” attraverso i social network come Facebook: Maxwell aveva 64 amici su Facebook, ma nella sua assenza nessuna l’ha cercato, nessuno ha scritto sulla sua bacheca. Coe ha precisato che il suo romanzo non è un romanzo anti-tecnologico, ma è un romanzo che fa riflettere sulla natura dei rapporti umani.

Con gentilezza e disponibilità, Coe, ha dialogato con i suoi lettori rispondendo alle loro domande e lasciando intravedere la sua personalità e la sua passione per la scrittura fonte della sua felicità.
La serata è proseguita all’ombra del barocco tra degustazione di vino e prodotti tipici.

Libreria Liberrima

Nessun commento:

Posta un commento